Pedrini Stefano - Arte Mediterranea

Vai ai contenuti

Pedrini Stefano

Artisti 2021
Opere
"6 bicchieri" acrilici e segni a matita su cartone cm19,5x19 (2021)
"non calpestare" (prato al tempo del Covid) acrilici segni a matita su tela con tracce di stucco cm28x35 (2021)
"la donna di San Martino" acrilici su tela con segni a matita, foglia oro e tracce di carta giornale cm30x40 (2016)
"i fiori dentro" acrilici carboncino e matita su fogli di giornale incollati su foglio di carton legno cm48x64 (2015)

Stefano Pedrini nasce a Trento nellaprile del 1961. Al conseguimento del Diploma di Abilitazione Magistrale (anno 1979) inizia a lavorare per una la casa editrice Innocenti” di Trento. Si tratta di illustrazioni per libri per bambini ma gli si offre anche loccasione di illustrare un libro per linsegnamento della lingua tedesca rivolto a ragazzi delle Scuole Medie inferiori, libro tuttora adottato da molte scuole non solo del trentino ed ora commercializzato per i titoli della Casa Editrice Principato” di Milano. Sempre come illustratore viene (metà degli anni 80) interessato per dei lavori presso una emittente televisiva della sua città.
Oltre ad illustrazioni per programmi sperimentali per l
insegnamento della lingua inglese si troverà impegnato anche nella realizzazione di scenografie interessanti altri programmi dellemittente. Nel frattempo continua ad illustrare depliant ed opuscoli di vario genere ed a realizzare loghi per conto di aziende private ma anche per Pubbliche Amministrazioni, quali lAzienda Sanitaria, LUniversità (opuscoli informativi ad uso dellOpera Universitaria) e per alcuni Uffici dellAmministrazione Comunale.
Cresce il suo interesse per il colore ed in genere per il tratto pittorico semplice e quasi istintivo: il graffio. Il suo lavoro dapprima come maestro elementare ed in seguito come Educatore professionale in attività sempre rivolte ai minori, lo porta a sperimentare l
uso del disegno e del colore in una serie di laboratori che in momenti diversi, vedono impegnati ragazzi in età scolare dellobbligo ed adolescenti. Nasce da questa esperienza di comunicazione (doverosa in un contesto scolare e ricreativo per minori)  il progetto Graffi Rubati”.
Uno studio sull
espressività che si trova in semplici graffi rubati” dai posti più impensati e recuperati a dignità di un capolavoro” grazie ad un loro riposizionamento su una superficie, dove il colore ridisegna nuovi spazi e nuova energia.
A seguito dei lavori realizzati con i ragazzi ed in collaborazione con alcune scuole elementari e superiori, si sono organizzate un paio di mostre che hanno entrambe ottenuto riconoscimenti pubblici ed un premio in denaro da parte della Federazione Trentina delle Cooperative.
Dal 2004 i lavori di Stefano Pedrini sono raccolti sul suo sito: ilventomuovelerighe.it. Sul sito troviamo anche i lavori che sono in realtà degli studi di colore su oggetti, quasi volendone sottolineare la plasticità come sorpresa per nuove e nascoste forme.
Stefano Pedrini ha vinto un premio nel 1993 ad
Umoristi a Marostica” ed ha ottenuto in seguito altri riconoscimenti, per un suo personaggio a fumetti, protagonista di strisce che si potrebbero definire esistenzialistiche” di riflessione sulla condizione umana. La raccolta di questo lavoro, si è fermata sulle pagine web del suo sito in quanto il titolo della raccolta delle strisce e lostinata volontà dellautore a non cedere a compromessi, ne rende difficile la pubblicazione.  www.ilventomuovelerighe.it
Alloggi Stefano Pedrini continua in una ricerca a lui non sempre lineare e chiara, circa la potenzialità espressiva insita nel Graffio: segno occasionale, improvviso che ovviamente perché inutile, gettato via. Proprio su questo ovvio” che poi ovvio non è continua il suo percorso di maturazione ed il suo impegno. Alloggi ha partecipato a qualche concorso ma con pochi entusiasmi.
Stefano Pedrini

26.33mt@gmail.com
 
Torna ai contenuti