Aiello Alessandro - Arte Mediterranea

Vai ai contenuti

Aiello Alessandro

Artisti 2021
cliccando sulle icone si può ingrandire l’immagine per vedere meglio i dettagli dell’opera
 AIELLO ALESSANDRO
La base della “tensegrità” – termine che Richard Buckminster Fuller ha usato nel 1948 per indicare una costruzione portata in tensione – è il bilanciamento, l’equilibrio; un equilibrio tra forze opposte, fra trazione e compressione. Questo equilibrio viene messo in discussione, “decostruito”, nel Tavolo (100x100x30cm) concepito da Alessandro Aiello, architetto e designer.
Il Tavolo sostiene un piano di vetro quadrato che poggia su gambe così distorte che l’intero sistema sembra possa frantumarsi da un momento all’altro.
Nella conformazione spaziale realizzata da Aiello, dal sapore geometrico astratto di un Malevič, si reinventano le funzioni originarie: il piano di vetro è il quadro al quale le gambe si attaccano, e non viceversa. Il vetro, allora, ha la funzione di concentrare lo spazio circostante attraendo la materia, nonostante la propria apparente inconsistenza.
Il Tavolo è stato sviluppato in una produzione limitata ed è stato esposto in diversi luoghi come nel Salone del Mobile a Milano nel 2006, al Tuttobene di Amsterdam nel 2006 a alla Dutch Design Week di Eindhoven nel 2007.
 
http://www.sandroaiello.it/architect/project_tensegrity-tafel.php
 
Italo-Olandese, nato a L’Aia, Alessandro Aiello viaggia fra Amsterdam e Lisbona. Ha studiato architettura presso l’Università Tecnica di Delft (T.U. di Delft). Dopo gli studi ha lavorato a vari progetti di edilizia abitativa olandese in uno studio di architetti, dopodiché ha proseguito come libero professionista. Fra i suoi clienti ci sono promotori immobiliari, imprese private e cooperative edilizie e proprietari di abitazione come anche il Governo olandese. Ha sviluppato grandi e piccole ristrutturazioni edilizie e si è occupato di architettura per interni nonché di progettazione di
mobili.
Per tre anni ha insegnato design presso l’Università Tecnica di Delft (T.U. Di Delft).
 
CONTATTI
ales@sandroaiello.it
Torna ai contenuti